lunedì 12 novembre 2018

martedì 6 novembre 2018

Seghe


  


Scusate se mentre ascolto questo album mi faccio una sega e penso alle abilità compositive/creative di guè pequeno.



martedì 30 ottobre 2018

Troppa plastica!!11!!





Tetyana, marca giù che le pinze dei freni le voglio rosse. Gialle mi fanno ribrezzo.


Piesse: no davvero, ma quanta plastica c'è su questa Ferrari? 
Apri il cofano e tutto attorno al vano motore è impestato di plastica, come sulla Punto. I finti-copri terminali di scarico inglobati nel paraurti posteriore non si possono guardare, pure sulla 500 Abarth sono riusciti a fare di meglio (e i veri terminali di scarico sono a vista... cazzo!) 
Gli interni: capisco che questa non è una sportiva "pura", quindi non si poteva esagerare troppo col carbonio, il kevlar e altri materiali nobili, ma un po' di pelle in più e qualche inserto in alluminio aggiuntivo non ci sarebbero stati male. Boh, sono perplesso.




lunedì 29 ottobre 2018

......





Ha senso ascoltare Comfortably Numb con le orecchie tappate?

A casa mia l'influenza ha già colpito duro: sono àfono, sordo e mi sento come se avessi dormito sotto la ruota di un camion. Non esco di casa da 3 giorni e l'unica consolazione è che il tempo fa schifo. 

Niente crisi da astinenza da ferruginosa. 

In compenso avrei un altro tipo di "crisi" da dover placare. E lo ammetto: sono un debole. 

Se è vero che la resistenza alla tentazione è la vera prova del carattere allora io sono proprio una sega, c'è poco da dire.



Tornando ai Pink Floyd il primo album che ho acquistato, me lo ricordo bene, era "A Momentary Lapse Of Reason". 

Che poi, quando uno dice "album" pensa subito al vinile ma in realtà io comprai la cassetta, perchè avevo solo il registratorino portatile. 

Le cassette ancora oggi hanno un loro perchè. Come ricordava Jeremy Clarkson l'altra sera, parlando di una vecchia autoradio mangianastri, "il bello delle cassette è che non ci puoi trovare dentro della musica di merda"
Se ci pensate bene non è che abbia tutti i torti.

Comunque anche oggi me ne sono stato sul divano, ho guardato la Motogp sulla RSI. 

Sono fortunato, non sono costretto a guardare le gare sul Canale 8 e dovermi sorbire due minchioni che sbraitano senza motivo fino alla bandiera a scacchi, facendo battutine da coglione. Ma soprattutto sulla RSI ti fanno vedere tutta la gara senza banner e senza un nanosecondo di pubblicità (o "riquadrino" che dir si voglia) e puoi goderti il rumore del motore durante le riprese on board senza che qualcuno ci parli sopra.

Ad ogni modo la gara è stata abbastanza movimentata. Zarco non so se avesse assunto droghe ma nei panni della direzione gara l'antidoping glielo avrei fatto. In fondo al rettilineo di Phillip Island si arriva a circa 340 Km/h e Zarco se ne stava pacifico a due millimetri dalla honda di Marquez. Questi sono i risultati..



Domani Zarco dovrebbe andare ad accendere un cero alla Madonna. 

Marquez non ha mai subìto una battuta di arresto durante tutto il campionato e proprio oggi, col mondiale in tasca, si ritira "grazie" al francese che ha pensato bene di"atterrare" sul codone della sua Honda, distruggendogli il telaietto. Va be', è anche vero che per vincere ci vuole un po' di fortuna.

Rossi ormai lo vedo sempre più sul viale del tramonto. Con Vinales sul gradino più alto del podio, sono finite anche le scuse.


E con questo non ho nient'altro da aggiungere.
Rileggendomi, credo di poter dire con certezza che questo sia uno dei post più brutti della storia dei blog. Ma purtroppo sono malato, in stato confusionale e oltretutto sono àfono, non posso parlare e l'unica forma di comunicazione che posso usare è la scrittura. 

Sossorry.

lunedì 8 ottobre 2018

40 anni




 


Oggi mentre passavo sotto un enorme cartellone con la faccia di Emis Killa, mi è venuto in mente che quest'anno si festeggiano i 40 anni della pubblicazione del primo album dei Dire Straits. 

"Brothers in Arms" è stato il primo che ho comprato. 
Avevo tredici anni. 
Andavo a scuola con una Bianchi BMX coi pedali di ferro che non mi durarono molto, perchè mi divertivo a fare le scintille strisciandoli sui bordi dei marciapiedi. 
Mio padre voleva incatenarmi al termosifone.


 




 

venerdì 24 agosto 2018

Come revisionare una frizione multidisco e vivere felici (forse)








DISCLAIMER: in questo post tratterò un argomento puramente tennico.  Se non sei un fanatico di meccanica motociclistica, non ami sporcarti le mani e non bestemmi quando prendi una chiave del 12 sui denti, il mio consiglio è di passare oltre e non perdere altro tempo, altrimenti puoi continuare la lettura.



sabato 5 maggio 2018

The Bridge

 


Noi non ci spaventa mica GNente...





Breve sosta. Volevo fare altre foto ma avevo una pistola puntata in mezzo alle scapole...





Altra sosta. 
Fame assurda, distruggo una fetta di torta polverizzando ogni record 
(photo by "zavorrina improvvisata")



Son stato bene. 
Lascio in calce un brano eloquente.