domenica 26 novembre 2017

La mia Mulholland Drive


Quando nei hai le palle piene e c'è pure una bella giornata di novembre, devi mandare a fanchiulo il mondo e tirare fuori la moto dal garage...















Tramonto finale dalla finestra di casa.
Ci voleva un trespolo o una mano più stabile della mia.


PS:  il luogo della gita.









8 commenti:

  1. Ma che bel tramonto!

    Buona serata,

    RispondiElimina
  2. Secondo me qui c'è qualcosa che ti può interessare...

    http://helenstakeon.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spavalda la tipa.

      Di motoviaggiatrici globetrotter ce ne sono in giro diverse...

      Elimina
    2. Questa è una pazza totale. Ha viaggiato da sola in bicicletta lungo la strada della Kolyma in Siberia in inverno a 30 gradi sottozero. Da sola ! Ho letto i suoi libri -

      E sempre da sola è andata in bici dall'Inghilterra al Sud Africa.

      E' una gran fotografa. I reports fatti nei viaggi in moto in Europa e Africa sono magnifici.
      Una pazza, ti dico.

      Elimina
    3. Una persona cauta e razionale non penso che intraprenda un viaggio in solitaria intorno al mondo. A volte corrono dei rischi non da poco (qualcuno ogni tanto ci lascia la pelle) quindi in ogni viaggiatore estremo è sempre presente un pizzico, o anche più, di audacia mista a follia. Poi ovvio che conta pure la passione e la spinta motivazionale che ti inducono a prendere e partire, incurante dei pericoli. Per alcuni rappresenta un autentico stile di vita, tant'è che rimangono in viaggio per anni.

      Elimina