mercoledì 14 agosto 2019

Part(Y)






Domani sera bikini party.

Buffet aperitivo omaggio a chi arriva in moto.

Bene, bene..

 
 

 

martedì 13 agosto 2019

La minchiata "ecologica" del giorno






"Il mezzo pesante da 40 tonnellate ecologico viaggia di notte, tra Frauenfeld, San Gallo, Gossau e Sciaffusa. Sono tragitti tutto sommato brevi per questo autocarro, che ha un'autonomia di 150-200 chilometri. L'energia elettrica che gli serve gliela fornisce essenzialmente il tetto del rimorchio, ricoperto da pannelli solari."


Ora, io penso che non bisogna essere particolarmente ferrati in materia per capire che i pannelli solari montati su un camion che viaggia DI NOTTE non servano praticamente a nulla. Che senso ha? E' semplicemente ridicolo.

Che poi, anche se il camion delle poste viaggiasse di giorno, non credo che i pannelli solari gli servirebbero a molto. Lasciamo stare  il semplice fatto che seppur usati alla luce del sole il contributo dato dai pannelli per la ricarica sarebbe del tutto trascurabile (non ci riescono  sulle auto, figuriamoci con un bilico) e quindi una buona parte della ricarica verrà presa dalla rete come tutti i mezzi elettrici. I pannelli solari per rendere al massimo devono essere orientati verso il sole con una  inclinazione di 45° (alla nostra latitudine), quindi già montarli in orizzontale sul tetto del camion riduce di molto la produzione di energia elettrica ( a spanne di un buon 35/40%). Tanto vale non montarli e ricaricare il camion coi pannelli solari piazzati sul tetto dell'edificio, sarebbe più redditizio. 

Forse è il caso che qualcuno avvisi gli sFizzeri che li hanno coglionati vendendogli un camion con dei pannelli solari che non servono praticamente a un cazzo, è solo peso in più che si portano in giro per niente. Compràtene uno senza che almeno risparmiate.




 

sabato 27 luglio 2019

Bloccato in quarta

A volte sembra quasi che YouTube mi conosca.
Che strano, eh.

  




Secondo i puristi dei Soundgarden questo album rappresenta il definitivo rammollimento e la ulteriore commercializzazione del loro suono. 
E' un giudizio che ho sempre ritenuto ingeneroso. 
Certo, come disco non raggiunge le vette di Superunknown, però la vena compositiva mi pare buona e la voglia di provare strade nuove in qualche brano si sente. E comunque la voce di Chris Cornell, pace all'anima sua, valeva sempre il prezzo del CD (eh sì, erano tempi in cui la musica costava sudore e fatica). Tra i miei brani preferiti ci sono "Prettie Nose", "Blow up the outside world", "Overfloater", "Tighter & Tighter".
E' un album in cui si narra spesso di suicidio e depressione, quindi perfettamente in tema con i giorni appena trascorsi. Una settimana da suicidio per via del caldo insopportabile. Non ce la facevo più, a volte mi mancava l'aria. Litri di acqua bevuta e mai pisciata. E per concludere bene il venerdì, tornando a casa la ferruginosa è rimasta col cambio bloccato in quarta. Per partire dai semafori e dagli stop ho dovuto sfrizionare per centinaia di metri. Per fortuna non ero così lontano da casa altrimenti ci avrei lasciato i dischi. Quindi domenica ho già il lavoro da fare: giù il coperchio del selettore cambio e sostituzione molle (sono già pronte sullo scaffale, le avevo comprate preventivamente perchè a volte la leva del cambio andava a vuoto). 

Speriamo piova come dicono le previsioni perchè mi sono stufato di boccheggiare.

 




venerdì 19 luglio 2019

Torna Maverick


 


A quanto pare Tom Cruise torna a vestire i panni del Top Gun e io potrei anche decidere di tornare al cinema per vedere se è una boiata o meno (anche perchè devo scoprire come mai toglie il velo alla vecchia GPZ 900 R ma poi lo si vede sfrecciare su una H2R, forse l'ha venduta a qualche commerciante polacco).



 Kawasaki GPZ 900 R '84
115 CV - 253 Km/h




 Kawasaki H2R
320CV - 400 Km/h (sì, quattrocento)



 

giovedì 13 giugno 2019

Quando certe donne si montano la testa








- Karsten Braasch viene soprattutto ricordato per aver preso parte nel 1998 alla così ribattezzata "Battaglia dei sessi" contro le sorelle Williams. In quell'anno infatti Venus Williams e Serena Williams dichiararono che sarebbero state competitive anche nel circuito maschile, asserendo di poter sconfiggere qualsiasi tennista uomo posizionato oltre la 200ª posizione del ranking mondiale ATP. Karsten Braasch accolse questa provocazione e le sfidò in due incontri di singolare della durata di un solo set. Il tedesco, che in quel momento deteneva la posizione numero 203 del ranking ATP, non ebbe problemi nel superarle rispettivamente con il punteggio di 6-2 e 6-1, pur bevendo alcune birre prima della partita e facendosi vedere fumare una sigaretta nell'intervallo fra un incontro e l'altro.

Fonte Wikipedia






 

mercoledì 5 giugno 2019

Mugello, una garanzia





Bellissima gara. 
Marquez si conferma un campione, aggressivo in pista e fuori, mette in atto la guerra psicologica e Dovizioso subisce. A due curve dal traguardo arrivano in tre spalla a spalla, Petrucci non ha paura di nulla e di nessuno e fa suonare l'Inno di Mameli sul podio. Determinazione, bravura, orgoglio, voglia di farcela. Rossi nella sabbia. Tutti lo danno per finito ma è la Yamaha che è un chiodo, con un'altra moto il quarantenne di Tavullia se la giocherebbe ancora. Ed è proprio un peccato. 
Ma che spettacolo, ragazzi!